Benvenuti sul nostro sito

Associazione Culturale di Ricerche Storiche Pico Cavalieri, Ferrara


L’Associazione Culturale di Ricerche Storiche Pico Cavalieri, Ferrara ha come scopo oltre alle attività culturali, basate soprattutto sulla ricerca storica finalizzate alla realizzazione ad all’allestimento di mostre fotografico-documentarie, la pubblicazione di volumi-catalogo ed alla programmazione di incontri e proiezioni, è tenuto in particolare rilievo il settore escursionistico iniziato nel settembre 1999 con la prima gita dell’Associazione sui campi di battaglia del Carso, sul monte Sei Busi.

I prossimi eventi

  Sulle Tracce della Grande Guerra 2017

Piano degli incontri "Sulle Tracce della Grande Guerra 2017"

  La Lapide della Via Coperta nelle Scuole

La LAPIDE della VIA COPERTA NELLE SCUOLE


Centenario della Grande Guerra Giornate dell’Unità Nazionale
Piazza Buozzi - Centro Civico
Innanzi alla Lapide ai Caduti Pontesani nella Grande Guerra

  Conferenza i Gloriosi Reparti d’Assalto gli Arditi Grande Guerra, centenario 1917-2017
Mercoledì 4 ottobre alle ore 21,00 presso la Casa della Patria “Pico Cavalieri”:
conferenza
“Storia dei reparti d’Assalto e il loro addestramento” a cura di Antonio G.G. Merendoni.
  Convegno storico: 1917, Tra il culmine della guerra d’assedio e l’alba di nuovi orizzonti politici
Convegno storico: 1917, Tra il culmine della guerra d’assedio e l’alba di nuovi orizzonti politici

L’iniziativa rientra nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri per gli Anniversari di interesse nazionale.
Con il patrocinio del Comitato Regionale Veneto per il Centenario della Grande Guerra



  Progetto “Lapide di Kamno” Comitato Memorie di Pietra della Grande Guerra
Copertina_libro_ora_K

L’intervento di restauro sarà la grande lapide monumentale dedicata ai caduti della Brigata Emilia, eretta dai soldati della Brigata nel 1916, in ricordo dei commilitoni caduti, che versa oggi in condizioni precarie, all’interno del perimetro dell’ex cimitero di guerra intitolato alla medaglia d’oro "Maurizio Piscicelli" in località Kamno tra Tolmin e Kobarid in Slovenia.
Il libro scelto per finanziare il restauro è “L’ora K. Raccolte di storie brevi dal fronte del Carso” del bolognese Arnaldo Calori, a cura di Giacomo Bollini.
Val alla pagina “Lapide di Kamno”

  “Casa della Patria” - RASSEGNA STAMPA ottobre 2017
usare il pulsante destro per aprire/scaricare il pdf
  Giorno del Ricordo 2017 a Ferrara dal Foglio della Comunità di Lussinpiccolo

usare il pulsante destro per aprire/scaricare il pdf

  Querelle Prof.Ranieri Varese vs Sindaco Tiziano Tagliani

usare il pulsante destro per aprire/scaricare il pdf

  Articolo apparso su CentoperCento

usare il pulsante destro per aprire/scaricare il pdf e attendere ...

A testimonianza del’importanza del lavoro che sta svolgendo Gian Paolo Bertelli, in allegato un articolo apparso su CentoperCento.
Queste testimonianze sono un premio che non può essere quantificabile, ma che appaga e fa capire l’importanza del lavoro che stiamo facendo.

  “Casa della Patria” - 25 aprile 2017

casa_della_patria_pico_cavalieri_25apr
Casa della Patria Pico Cavalieri nel giorno anniversario della Liberazione 25 aprile 2017.
Un evento nella nostra sede, dedicato alla Liberazione, con la gradita partecipazione del Prefetto di Ferrara.
La serata è stata organizzata con la collaborazione di tutte le Associazioni della Casa della Patria.

  “Casa della Patria”

casa_della_patria_pico_cavalieri

COMUNICATO STAMPA

Comitato delle Associazioni della Casa della Patria Pico Cavalieri
rappresentativo delle Associazioni combattentistiche, d’Arma,Partigiane e Storico culturali
Numerose sono state, nel corso dell’ultimo mese, le voci della cultura ferrarese che si sono levate a difesa della integrità della Casa della Patria “Pico Cavalieri” e delle Associazioni Combattentistiche, d’Arma, Patriottiche, Partigiane e Storico Culturali che vi trovano la sede da diversi anni.
Altrettante numerose sono state le iniziative culturali, organizzate sia nella Casa della Patria , che hanno manifestato la vitalità, ormai consolidata, delle organizzazioni suddette e la ferma volontà di mantenere saldi i valori patriottici, della memoria e del ricordo di coloro che hanno sacrificato la vita per la libertà e la democrazia nazionale.
Per questi motivi stupisce e addolora la volontà dell’Amministrazione Comunale di non voler tenere nella debita considerazione le suddette Associazioni, che hanno la propria sede presso il Palazzo Cavalieri, alcune delle quali – a valle del sisma del 2012 - hanno trovato una sede provvisoria altrove e che esprimono ora la volontà di rientrare .
Non tutte le 13 Associazioni sono state considerate nel prospetto di minima presentato dal Sindaco nell’incontro con il Comitato delle associazioni, che comunque è apparso insufficiente e non supportato da un’attenta ed approfondita analisi storica -scientifica.
Se da una parte tutti sono convinti della necessità dei lavori di ristrutturazione dell’edificio della Casa della Patria - a valle dei danni del sisma del 2012- dall’altra non si comprendono le ragioni per cui al suo interno debbano trovare spazio, anche il Museo del Risorgimento e della Resistenza, attualmente situato nelle adiacenze del Palazzo dei Diamanti.
L’importanza di questa Istituzione è fuori discussione sia per la valenza simbolica che per l’intensa attività svolta. Si tenga inoltre presente che moltissimi archivi e materiali – oggi nei magazzini del Museo del Risorgimento e della Resistenza - al momento attuale non trovano lo spazio adeguato per la loro esposizione e valorizzazione e non lo troverebbero certamente negli spazi individuati all’interno di Casa della Patria ; motivo per cui si ritiene opportuna l’individuazione di una sede ad hoc, possibilmente collocata in una zona centrale della città, maggiormente fruibile. Mentre si ribadisce con forza la volontà delle Associazioni combattentistiche d’Arma, Patriottiche, Partigiane e Storico Culturali a difendere sia i valori fondanti le rispettive mission che il contesto logistico (così come riconosciuto dagli atti notarili e dalle delibere dell’Assemblea comunale), dall’altra si dichiara la disponibilità a una elaborazione progettuale condivisa che , nel rispetto degli assetti consolidati nel corso del tempo , possa valorizzare in modo significativo e nelle opportune sedi, il grande patrimonio culturale e materiale espresso dal Museo suddetto e dalle stesse Associazioni.

Ferrara, 12 maggio 2017

I Presidenti delle Associazioni presso la Casa della Patria

  “Casa della Patria”

casa_della_patria_pico_cavalieri

COMUNICATO CONGIUNTO ASSOCIAZIONI DELLA CASA DELLA PATRIA PICO CAVALIERI

Le Associazioni Patriotttiche, Combattentistiche, d’Arma e Culturali che hanno sede presso la “Casa della Patria Pico Cavalieri” esprimono viva preoccupazione per le notizie comparse sulla stampa locale nei giorni scorsi che riportavano la volontà dell’Amministrazione Comunale di spostare presso la suddetta sede il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara.
E’ appena il caso di sottolineare che tale decisione, laddove divenisse esecutiva, rappresenterebbe una lesione del diritto testamentario (rogiti del notaio G. Leziroli del 23 luglio 1924 e 1930 ), ai sensi del quale la “Casa della Patria Pico Cavalieri” è stata destinata quale sede delle Associazioni combattentistiche. Si configura pertanto una violazione delle norme di quella civiltà del diritto, in virtù della quale le suddette Associazioni, che in questa circostanza sono state completamente ignorate, hanno trovato dimora presso la “Casa della Patria Pico Cavalieri” per lo svolgimento delle proprie attività legate alle vicende militari della Grande Guerra 1915-18 e non solo; è bene ricordare – proprio nel centenario di quei tristi avvenimenti e della morte del Cap. Pico Cavalieri -, il sacrificio di quei soldati, appartenenti alle varie armi, che hanno immolato la propria gioventù e la propria vita per la Patria e per quella libertà che oggi permette di vivere democraticamente nel nostro Paese.
Pur ritenendo lodevole il progetto di riorganizzazione del polo turistico-culturale della città, esprimiamo il nostro disappunto sul comportamento dell’Amministrazione Comunale, certamente inadeguato nei confronti delle suddette Associazioni Patriottiche, Combattentistiche, d’Arma e Culturali e delle volontà del lascito testamentario della famiglia Cavalieri. E’ mancato, infatti, il senso civico della corretta informazione e del confronto tra Enti, Istituzioni ed Associazioni che operano sul territorio, che è alla base di una gestione democratica e produttiva.
Per le suddette motivazioni si chiede all’Amministrazione Comunale e tale progetto sia rispettoso delle prerogative di utilizzo permanente della “Casa della Patria Pico Cavalieri”, nel cui ambito hanno operato e operano le diverse Associazioni con un impegno costante, rivolto alla cittadinanza, alle scuole e non solo, negli oltre 70 anni di vita della Repubblica italiana, nel rievocare e mantenere saldi i valori della pace, della libertà e dell’uguaglianza.

Ferrara, 17 marzo 2017

I Presidenti delle Associazioni presso la Casa della Patria

  Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia

Comunicazioni

Programma Iniziative Culturali 2017
Programma_iniziative_culturali_Pico_2017
Programma Escursioni Storiche 2017
Programma_escursionismo_storico_Pico_2017

Gallerie Fotografiche

Gallerie Fotografiche 2017
I Bersaglieri di Ferrara sul Monte Grappa 30 aprile 2017

Gallerie Fotografiche 2017
Il Giorno del Ricordo 2017

Gallerie Fotografiche 2017
Anniversario della Liberazione 25 aprile 2017

Gallerie Fotografiche 2017
Forte Luserna, il forte che si arrese